Pesce – Info

Pesce – Info

I pesci sono animali acquatici, craniati, branchiali privi di arti con dita. Incorporati in questa definizione sono i pesci hagfish, le lamprede e i pesci cartilaginei e ossei residenti, oltre a vari gruppi correlati estinti. Circa il 95% delle specie ittiche residenti sono pesci con pinne raggiate, appartenenti alla classe Actinopterygii, di cui circa il 99% sono teleostei. I primi organismi che possono anche essere classificati come pesci neutri erano stati cordati dal corpo molle che all'inizio sembravano giusti per design del periodo Cambriano. Nonostante il fatto reale che mancassero di una spina dorsale legittima, possedevano notocorde che permettevano loro di essere più agili delle loro controparti invertebrate. I pesci procederebbero a conformarsi secondo il disegno della generazione paleozoica, diversificandosi correttamente in un'enorme quantità di specie. Molti pesci del Paleozoico svilupparono armature esterne che li conquistano dai predatori. Il primo pesce con le mascelle sembrava nel periodo siluriano, dopo di che molti (equivalenti agli squali) divennero coraggiosi predatori marini nel rivelare la preda degli artropodi. La maggior parte dei pesci sono ectotermici (“a sangue gelido”), consentendo alla loro temperatura corporea di fluttuare all'alternarsi della temperatura ambiente, sebbene circa uno dei grandi nuotatori energici come lo squalo bianco e il tonno possa supportare una temperatura interna elevata. [2] I pesci possono essere acusticamente in contatto con ogni varietà, più costantemente nel contesto dell'alimentazione, dell'aggressione o del corteggiamento.[3] I pesci sono abbondanti nella maggior parte dei nostri corpi idrici. Si verificheranno inoltre in quasi tutti gli ambienti acquatici, dagli eccessivi torrenti di montagna (es. salmerini e ghiri) alle profondità abissali e persino adiliche degli oceani più profondi (es. anguille e lumache), anche supponendo che non specie è stata solo documentata nel 25% più profondo dell'oceano.[4] Con 34.300 specie descritte, i video sui pesci mostrano una selezione di specie più elevata rispetto a qualsiasi vicinato di vertebrati.[5] I pesci sono una verità dire una risorsa utile significativa per le persone in tutto il mondo, in particolare come cibo. I pescatori industriali e di sussistenza cacciano i pesci nella pesca selvaggia o li allevano in stagni o in gabbie nell'oceano (nell'acquacoltura). Vengono anche catturati dai pescatori ricreativi, salvati come animali domestici, allevati dai pescatori ed esposti negli acquari pubblici. Il divertimento dei pesci aveva uno scopo nella tradizione in base al design dei secoli, fungendo da divinità, simboli spirituali e come soggetti di opere d'arte, libri e foto in movimento. I tetrapodi (anfibi, rettili, uccelli e mammiferi) sono emersi pesci con pinne lobate interne, quindi cladisticamente sono pesci altrettanto efficacemente. D'altronde, storicamente i pesci (pesci o ichthyes) sono resi parafiletici da con l'eccezione dei tetrapodi, e sono riconducibili a questo fatto non più ritenuto un raggruppamento tassonomico proprio della biologia sistematica, salvo che sia consuetudine in senso cladistico, al lato dei tetrapodi,[6][7] anche supponendo che sicuramente “vertebrato” sia molto apprezzato e consueto per questo motivo (pesce più tetrapodi) come sostituto. Inoltre, i cetacei, anche supponendo mammiferi, godono costantemente dell'opinione di essere pesci da varie culture e periodi di tempo. Etimologia La frase per pesce in inglese e nelle lingue germaniche assortite (tedesco Fisch; Gothic fisks) è ereditata dal proto-germanico, ed è esposta al latino piscis e all'irlandese fragile īasc, sebbene la radice fidata sia sconosciuta; alcune autorità ricostruiscono una radice proto-indoeuropea *peysk-, attestata perfetta in corsivo, celtico e germanico.[8][9][10][11] La frase inglese non appena ebbe un utilizzo molto più ampio del suo più moderno design organico. Nomi equivalenti a stelle marine, meduse, molluschi e seppie attestano che quasi tutti gli animali completamente acquatici (al fianco delle balene) non appena sono pesci. “Correggere” tali nomi (ad es. al nome enorme del mare) è un tentativo di osservare retroattivamente essenzialmente il più moderno design di pesce alle parole che erano state coniate quando aveva un design ovvio. Evoluzione Il pesce, come vertebrata, si è sviluppato come sorella dei tunicati. Poiché i tetrapodi sono emersi in profondità in base alla progettazione del quartiere dei pesci, come sorelle del pesce polmone, le caratteristiche dei pesci sono complessivamente condivise dai tetrapodi, oltre ad avere vertebre e un cranio. I primi pesci della leggenda dei fossili sono rappresentati da un quartiere di pesci minuscoli, senza mascelle e corazzati identificati come ostracodermi. I lignaggi di pesci senza mascelle sono per lo più estinti. Un clade esistente, le lamprede potrebbero anche neutro approssimare deboli pesci pre-mascella. Le mascelle più importanti si trovano nei fossili di Placodermi. Mancavano di smalto evidente, avendo come sostituto le superfici orali delle loro placche mascellari modificate per incoraggiare la moda delle funzioni dello smalto. La quantità di vertebrati con mandibole potrebbe anche mostrare video neutri della caratteristica evolutiva di una bocca con mandibole. Non è chiaro se una delle cose migliori di una mascella incernierata sia un maggiore potere di mordere, una migliore respirazione o una combinazione di componenti. Il pesce potrebbe anche godere in modo neutro sviluppato da una creatura equivalente a uno squirt di mare simile a un corallo, le cui larve assomigliano in modo significativo a pesci primitivi. I principali antenati dei pesci potrebbero anche godere in modo neutro, salvando la progenie larvale nell'età adulta (come alcuni squirt di mare ottengono di recente), anche supponendo che sia vero il contrario. Filogenesi I pesci sono un quartiere parafiletico: cioè, ogni clade contenente tutti i pesci contiene anche i tetrapodi, che non sono più pesci (sebbene comprendano specie a forma di pesce, equivalenti a balene e delfini o agli estinti ittiosauri, che hanno ricevuto un forma corporea attribuibile all'adattamento acquatico secondario, intravedere l'evoluzione dei cetacei). La seguente presentazione del cladogramma presenta i cladi – alcuni con altri senza membri della famiglia esistenti – che storicamente si ritiene siano “pesci” (linea ciano) e tetrapodi (vertebrati a quattro arti), che sono per lo più terrestri. I gruppi estinti sono contrassegnati con un pugnale (†). Tassonomia Leedsichthys, della sottoclasse Actinopterygii, è il più grande pesce identificato, con i pesci sono animali acquatici, craniati, branchiali privi di arti con dita. Incorporati in questa definizione sono le hagfish residenti, le lamprede e i pesci cartilaginei e ossei, oltre a vari gruppi correlati estinti. Circa il 95% delle specie ittiche residenti sono pesci con pinne raggiate, appartenenti alla classe Actinopterygii, di cui circa il 99% sono teleostei. I primi…